Vai a sottomenu e altri contenuti

Polizia Locale

Informazioni

Responsabile: Avv. Emanuele Mutzu

Indirizzo: Via Regione Sarda n. 2, 07020 Monti (SS)

Telefono: 0789478213/14-3358433504

Fax: 0789 44641

Email: poliziamunicipale@comune.monti.ss.it

PEC: poliziamunicipale@cert.comune.monti.ss.it

Orario: -

L'Area Polizia Locale opera al servizio dei cittadini per garantire l'equilibrio tra gli interessi pubblici, generali e collettivi e gli interessi del singolo.

È gestita dal comando di Polizia Municipale che, per i poteri conferitigli da leggi e regolamenti, esercita le funzioni di polizia urbana, edile, mortuaria, stradale, giudiziaria, rurale, amministrativa, annonaria, ecc..

Le sue funzioni principali risultano essere:

POLIZIA STRADALE
Costituiscono servizi di Polizia Stradale:
la prevenzione e l'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale;
la rilevazione degli incidenti stradali;
la predisposizione e l'esecuzione dei servizi diretti a regolare il traffico;
la scorta per la sicurezza della circolazione;
la tutela e il controllo sull'uso della strada.

POLIZIA GIUDIZIARIA E AUSILIARE DI PUBBLICA SICUREZZA
La polizia giudiziaria deve, anche di propria iniziativa, prendere notizia dei reati, impedire che vengano portati a conseguenze ulteriori, ricercarne gli autori, compiere gli atti necessari per assicurare le fonti di prova e raccogliere quant'altro possa servire per l'applicazione della legge penale. Svolgere ogni indagine e attività disposta o delegata dall'autorità giudiziaria.

ATTIVITA' NOTIFICATORIA
A seguito dell'entrata in vigore della Legge n. 142/90, che ha abrogato la precedente legislazione, la materia è ora di competenza comunale, con l'obbligo per ogni Comune di disciplinare interamente l'istituto, fermo restando che non sussiste più l'obbligo dell'approvazione prefettizia e che i dipendenti ai quali è attribuitala qualifica di messo comunale devono avere gli stessi requisiti degli altri dipendenti comunali. Visti l'art. 50 del D.Lgs. n. 267/2000 T.U. sull'ordinamento degli Enti Locali che disciplina la nomina del messo comunale e delle correlate funzioni e la Circolare 29 marzo 1993, n° 1/93 del Ministero dell'Interno che ha ammesso la possibilità per il Comune di destinare le incombenze proprie del messo comunale agli agenti di Polizia Comunale, questo Ufficio ha anche, in via esclusiva, l'ulteriore incombenza della notifica degli atti.
L'attività non si esaurisce con la notifica di atti propri, ma anche degli altri uffici comunali, nonché di tutte le pubbliche amministrazioni secondo quanto disposto dall'art. 10, comma 1, della Legge n° 265 del 03 agosto 1999, quindi Comuni, Regioni, Provincie, Tribunali, Giudici di Pace, Questure, Prefetture, Agenzia delle Entrate, Equitalia, Camere di Commercio, Inps e altro ancora.
Le notifiche vengono rigorosamente effettuate secondo le disposizioni di Legge, in ragione della loro natura, quindi nel rispetto del Codice di Procedura Civile (artt. 137 e ss.), del Codice di Procedura Penale (artt. 148 e ss.), se tributarie del D.P.R. n° 600/1973 e ss.mm.ii. e così via, curando la conservazione degli atti, degli estremi di notifica e di tutti quei riferimenti utili alla conservazione nel tempo anche sotto il profilo probatorio.

ATTIVITA' DI ACCERTAMENTO ANAGRAFICO
L'attività di accertamento anagrafico, in particolare all'art. 19 del D.P.R. 223/89, impone al Servizio di Polizia Locale la tempestiva verifica dei dati raccolti e trasmessi dall'Ufficiale dell'Anagrafe in merito agli accertamenti anagrafici, iscrizioni, cambi e cancellazioni di residenza.

ATTIVITA' DI LOTTA AL RANDAGISMO
In tema di lotta al randagismo, fenomeno fortemente sentito su tutto il territorio comunale e non sottovalutato dalle Istituzioni, l'attività del Personale di Polizia Locale si sviluppa su più fronti. Nelle more della L.R. n. 21 del 18.5.1994 e s.m.i. e della Deliberazione del Direttore Generale ASL 2 n° 2966 del 12/12/2011, oltre alla collaborazione con gli organi della ASL 2 di Olbia, che periodicamente dedica una giornata alla microchipatura dei cani, gli Agenti sono sensibili alla cultura dell'informazione, fornendo ai cittadini i chiarimenti necessari affinché prevalga sempre più il senso di appartenenza, cura e tutela degli animali evitando così anche forme di abbandono. Inoltre, sono direttamente impegnati alla ricezione delle numerose segnalazioni di ritrovamento o presenza di cani pervenute dalla popolazione o ad avvistamenti in seguito all'attività di controllo del territorio, assicurandone la cattura nei limiti di propria competenza.

ATTIVITA' DI RISCOSSIONE DIRETTA
L'attribuzione di qualifica di Agente riscuotitore attribuita al Personale di Polizia Locale conferisce loro il potere di incassare somme di denaro direttamente riconducibili ad oneri di spettanza comunale secondo le disposizioni regolamentari vigenti in tema di occupazione di suolo pubblico, da rendicontare periodicamente.

ATTIVITA' IN FUNZIONE DELL'APPARTENENZA ALLA STAFF DEL SINDACO
Il Servizio di Polizia Municipale, con Delibera di Giunta n. 2 del 18/01/2011 è stato ricondotto nello Staff del Sindaco ed è stata individuata in capo al Sindaco, da cui dipende funzionalmente, la Responsabilità della polizia municipale. Ciò ha comportato la sovrapposizione di numerosi incarichi de facto e de iure alle competenze proprie d'ufficio, in ragione della vicinanza istituzionale e in un ottica di fattiva collaborazione. Il risultato è quindi un ulteriore impegno finalizzato al supporto tecnico e operativo direttamente riconducibile all'attività di Sindaco nell'esercizio delle sue diversificate funzioni politiche, amministrative, proprie e delegate.

ATTIVITA' DI PROTEZIONE CIVILE
Il personale di Polizia Locale è tenuto all'adempimento dei compiti prestabiliti dal Piano di Emergenza Comunale vigente oltre che a fiancheggiare il Sindaco con risolutezza e strategia durante le diverse fasi preparatorie e decisionali finalizzate all'adozione delle necessarie misure di tutela e di sicurezza.

ATTIVITA' DI DERIVAZIONE REGOLAMENTARE
Il Comune di Monti ha adottato nel tempo numerosi Regolamenti che attribuiscono a questo Servizio incarichi, funzioni e oneri ulteriori rispetto a quelli già previsti dal vasto panorama normativo. Ad esempio il Regolamento per l'occupazione degli spazi e ad aree pubbliche approvato con Delibera di Consiglio Comunale n° 14 del 21/07/2014, che coinvolge la Polizia Locale sia nella fase autorizzatoria che in quella di vigilanza, di controllo e sanzionatoria.

ATTIVITA' RESIDUALE DI VIGILANZA, CONTROLLO E RELATIVO POTERE SANZIONATORIO
A chiusura del vasto, ma non esaustivo, assortimento delle funzioni svolte dal Servizio di Polizia Locale, si menziona la portata generale dell'attività di vigilanza e controllo che spazia dal controllo del territorio a quello sul territorio, quindi persone, animali, beni, inclusa la correlazione tra loro, cioè la coesistenza di situazioni e posizioni giuridiche complesse disciplinate dall'ordinamento giuridico (civili, penali, amministrative etc.) che, al di là del loro sviluppo e protrarsi nel tempo, producono esiti e conseguenze non sempre tollerate dalla legge. In questo intricato panorama si inserisce il potere-dovere di vigilanza, la cui extrema ratio si manifesta nell'esercizio del potere sanzionatorio.